Skip to main content

Il tuo microbioma cutaneo: Tutto ciò che devi sapere

La pelle è l'organo più esteso del corpo umano, infatti copre una superficie compresa tra 1,5 e 2 m². Ed è anche uno degli organi più importanti, dal momento che svolge un ruolo vitale nel mantenere l’individuo in salute. La pelle è importante per molte ragioni, tra cui la protezione da organismi pericolosi come i germi e la protezione dai raggi solari. Aiuta inoltre a regolare la temperatura e permette al corpo di mantenere l'umidità essenziale.

La pelle, essendo la parte del corpo più esposta agli agenti esterni, si trova ogni giorno a dover fare i conti con attacchi dannosi. E pur essendo brava a riprendersi efficacemente da questi danni, non fa mai male darle un piccolo aiuto per garantire che rimanga il più sana possibile.

Un modo in cui la pelle combatte per mantenersi sana e resistente consiste nel lavorare con i diversi microrganismi che vivono sulla e sotto la sua superficie. La pelle ospita miliardi di microbi, tutti invisibili ad occhio nudo. Collettivamente, questi microrganismi costituiscono il microbioma cutaneo, un ecosistema complesso che coesiste sulla superficie della pelle.

Gran parte degli organismi che vivono sulla pelle sono batteri benefici per la pelle e il corpo. È importante adottare un regime di cura della pelle che cerchi di creare un perfetto equilibrio, nutrendo un microbioma benefico per il benessere della pelle.

In questo articolo potrai scoprire tante informazioni sul microbioma cutaneo, sull'importanza della diversità e su come prendersene cura, in particolare:

  • Cos'è il microbioma cutaneo?

  • In che modo un microbioma diverso influisce sulla salute della mia pelle?

  • Quali problematiche della pelle possono essere causate da un microbioma non correttamente bilanciato?

  • Cosa influisce sulla diversità del microbioma cutaneo?

  • Perché è importante un microbioma diverso?

  • Come posso migliorare l’equilibrio del microbioma cutaneo?

Cos'è il microbioma cutaneo?

Microbioma è una parola diventata molto nota negli ultimi anni, grazie alla maggiore comprensione delle svariate tipologie di lieviti, parassiti e batteri che vivono nel corpo umano e sulla sua superficie.

Il più delle volte questo termine veniva utilizzato per fare riferimento alla rete diversificata di microrganismi che mantenevano un sano equilibrio nell'intestino. Ora viene riconosciuto come presente nella bocca, sulla pelle e in altre parti importanti del corpo umano.

Microbioma cutaneo è il nome collettivo dell'ecosistema di piccoli microrganismi che vivono sulla pelle e al di sotto di essa. È costituito da una gamma diversificata di svariati organismi che svolgono ruoli diversi, tra cui:

  • Batteri - Organismi microscopici costituiti da varietà che possono essere sia potenzialmente dannose che benefiche per la salute della pelle

  • Funghi - Microbi che possono essere dannosi o utili; un loro importante accumulo può causare infezioni micotiche

  • Acari - Microrganismi simili ad insetti, invisibili all'occhio umano, che possono causare irritazione se presenti in gran numero

  • Virus - Molecole microscopiche che, se messe in condizioni di potersi moltiplicare, possono causare infezioni o malattie della pelle

Gli svariati organismi presenti in precedenza hanno portato gli scienziati a credere che potessero essere potenzialmente dannosi. Tuttavia, si è ormai capito che mantenerli in giusto equilibrio può essere estremamente benefico per la pelle. Un microbioma cutaneo equilibrato e ben curato è in effetti una barriera invisibile che protegge la pelle dalle malattie e sorregge un sistema immunitario sano.

Inizialmente si pensava che il microbioma cutaneo vivesse solo sulla superficie della pelle. Tuttavia, la ricerca ha scoperto che va molto più in profondità, entrando nel sudore e nelle ghiandole pilifere, con un impatto ancora maggiore sulla salute della pelle. Gli studi hanno altresì permesso di scoprire che esso interagisce con altre cellule (immunitarie) del corpo, lavorando insieme ad esse per mantenere un equilibrio benefico.

Il microbioma di ogni persona è unico, proprio come le sue impronte digitali o il suo DNA. Per questo non ne esiste uno giusto e uno sbagliato. È importante capire che le svariate combinazioni di organismi esistenti sulla pelle sono molto diverse, anche da una parte all'altra dello stesso corpo. Questo significa che il microbioma di ognuno cambia, dalla testa giù fino alle dita dei piedi.

Ad esempio, diverse varietà di microbi, come il corynebacterium, prosperano in aree dove è più probabile che si sudi, come la fronte o sotto le braccia. Altri, come i proteobatteri, sono più adatti a una zona della pelle più liscia e secca, come l'interno dell'avambraccio. Alcuni, come lo stafilococco, tendono ad aggregarsi in aree con umidità e pH più elevati, come la piega del gomito e del ginocchio e la pianta del piede. E ciò spiega come mai il più delle volte gli adulti si ammalano di eczema proprio in quelle aree.

Ciò detto, è importante ricordare che una routine di cura della pelle efficace dovrà essere variata per assicurarsi che il microbioma sia ben bilanciato in tutta la serie dei diversi ecosistemi della pelle.

In che modo la diversità del microbioma influisce sulla salute della mia pelle?

La salute della tua pelle si basa sulla diversità del microbioma. Avere i microbi giusti sulla pelle e sotto di essa è importante, ma la presenza di una quantità eccessiva o troppo scarsa di questi microbi può portare a uno squilibrio che ha un impatto negativo sulla salute della pelle.

Questi microbi lavorano insieme per proteggere dai germi dannosi che si possono trovare nell'ambiente. Producono infatti dei composti che aiutano a combattere i germi dannosi e avvisano il sistema immunitario della pelle comunicandogli che deve difenderla per prevenire problemi e infezioni. Ogni singolo organismo presenta punti di forza e di debolezza unici, di conseguenza più ampio è lo spettro presente, meglio è per la salute generale.

Una comunità equilibrata di microrganismi che lavorano insieme può mantenere la pelle protetta e sana. Un microbioma vario aiuta anche a migliorare l'aspetto della pelle. Un colorito sano e privo di macchie, acne e aree secche è sintomo che i microbi sulla pelle sono presenti in gran numero e correttamente bilanciati.

Ma, a volte, fattori quali il clima, i raggi UV e l'inquinamento possono influenzare/avere un impatto sull'equilibrio naturale del microbioma. Questo può indebolire la barriera cutanea, rendendo la pelle secca, sensibile e pruriginosa.

Quali problematiche della pelle possono essere causate da un microbioma non correttamente bilanciato?

Mentre un solido equilibrio nel microbioma cutaneo può essere benefico per la salute e l'aspetto della pelle, gli squilibri possono causare irritazione, secchezza e lo sviluppo di svariate problematiche.

Ciò è dovuto in parte al fatto che la pelle agisce come una barriera naturale tra il corpo e l'ambiente esterno. Aiuta infatti a prevenire l'ingresso di eventuali microbi nocivi che possono causare infezioni e malattie. Ogni volta che questo equilibrio viene a mancare, si corre un rischio maggiore di sviluppare una di queste problematiche della pelle, poiché la barriera cutanea è compromessa, quindi meno efficace nel respingere i batteri nocivi. 

Un microbioma non sano e squilibrato può portare a una vasta gamma di alterazioni cutanee correlate, tra cui:

  • Acne - Si tratta di un disturbo della pelle che si sviluppa quando i follicoli vengono occlusi dagli oli naturali della pelle a causa dell’eccesso di microrganismi quali il Propionibacterium e la Malassezia nel microbioma cutaneo. Solitamente è comune nelle zone naturalmente oleose come il viso, la parte superiore della schiena, le spalle e il petto

  • Dermatite atopica - Si tratta di una forma di eczema, i cui sintomi possono includere pelle arrossata, pruriginosa e desquamata. Può manifestarsi in qualsiasi parte del corpo e può scatenarsi in qualsiasi momento dell'anno

  • Forfora - Si tratta di un'alterazione della pelle che infiamma la zona colpita, solitamente il cuoio capelluto. La pelle può diventare irritata e desquamata, con un aspetto arrossato

Cosa influisce sulla diversità del microbioma cutaneo?

Per nutrire efficacemente la diversità e portare un equilibrio benefico nell'ecosistema naturale della pelle, è importante sapere cosa può influenzare il microbioma. Ecco alcuni dei fattori che possono entrare in gioco:

  • Età - Il microbioma della pelle cambia e si evolve costantemente dal momento della nascita, attraverso la pubertà, fino all'età adulta e alla vecchiaia, cambiando di pari passo al cambiare del corpo

  • Sesso - Le differenze ormonali tra uomini e donne possono produrre diversi microbiomi. Ad esempio, gli uomini in genere sudano più delle donne

  • Genetica - Il DNA contribuisce alla salute della pelle. Ad esempio, alcune persone sono naturalmente più sensibili ai disturbi della pelle rispetto ad altre

Ci sono poi svariati fattori esterni da tenere in considerazione, tra cui:

  • Ambiente - La qualità dell'aria e l'ambiente circostante variano notevolmente tra le zone rurali e quelle urbane, influenzando gli organismi che si trovano sopra e sotto la superficie della pelle

  • Posto di lavoro - Diversi organismi prosperano nei luoghi chiusi e altri all'aperto, influenzando i vari luoghi di lavoro, dagli uffici agli ambienti industriali

  • Clima - Se si vive in un clima più caldo, il microbioma cutaneo sarà diverso da quello di chi vive in zone dal clima più freddo

  • Dieta - Gli alimenti che si consumano possono alterare il microbioma, con effetti che durano per anni, o forse anche per tutta la vita

  • Igiene - La frequenza dei lavaggi e quali prodotti si usano hanno un impatto sulla quantità e sul tipo di microbi che vivono sulla pelle

Anche se non si può influire direttamente su molti di questi fattori, sviluppare una routine di cura della pelle rigorosa ed efficace significa essere consapevoli di ciò che ha un impatto sul proprio corpo e del fatto che sia importante tenerne conto nella scelta dei prodotti o delle routine.

 

Come posso migliorare l’equilibrio del microbioma cutaneo?

Migliorare e mantenere l'equilibrio del microbioma cutaneo è fondamentale per garantire la salute della pelle. Avere cura della pelle è la chiave fondamentale e ci sono diversi modi semplici per farlo e per garantire che essa sia sempre radiosa. Ecco alcuni consigli:

1. Mantenere la pelle idratata 

Bere molta acqua aiuta a mantenere la pelle sana. Le cellule della pelle sono costituite in parte da acqua, quindi la disidratazione può influenzare negativamente l’equilibrio del microbioma. È opportuno provare a bere gli otto bicchieri d'acqua consigliati ogni giorno per riempire le cellule e reidratarsi.

2. Non esagerare con la pulizia

Una pulizia eccessiva della pelle può essere grave quanto una pulizia insufficiente. L'uso troppo frequente di disinfettanti per le mani, gel doccia e saponi che contengono ingredienti sintetici può esaurire e danneggiare il microbioma cutaneo, poiché rischia di lavare via oli naturali e batteri benefici dalla pelle. È opportuno permettere in maniera intelligente agli oli naturali di accumularsi e lavarsi mattina e sera con prodotti che contengano ingredienti naturali.

3. Uscire all’aria aperta e fare esercizio

Il microbioma cutaneo è influenzato dall’ambiente e dalle interazioni con la natura, così come dall’esercizio fisico. Per coltivare un microbioma sano è opportuno fare passeggiate in campagna, andare in palestra o fare ginnastica. Sudare può contribuire alla diversità generale del microbioma cutaneo e a una salute e un benessere generale positivi.

4. Idratare la pelle ogni giorno

Mantenere la pelle idratata con ingredienti naturali è la chiave per avere un microbioma sano. Prova ad usare AVEENO® Skin Relief Detergente Olio Bagno e Doccia, formulata con Avena Prebiotica. Non solo mantiene perfettamente umida e liscia la pelle secca e sensibile, ma nutre i batteri naturali della pelle, mantenendola in perfetto equilibrio. Aggiungila alla tua routine mattutina o applicala ogni volta che la tua pelle è più sensibile.

Un sano microbioma cutaneo è importante per avere una pelle sana. Prenditi cura dei miliardi di microrganismi presenti sul tuo corpo per aiutare la tua pelle a prendersi cura di te.