Skip to main content

Probiotici, prebiotici e cura della pelle

La cura della pelle è importante. Dopotutto, si tratta dell'organo più esteso del corpo umano e lavora in modo intensivo per aiutare a mantenere l’individuo felice e sano, proteggendolo dai pericolosi raggi del sole e assicurando che ogni batterio dannoso sia tenuto alla larga.

Naturalmente, non tutti i batteri a cui è esposta la pelle sono nocivi. Sulla pelle vivono centinaia di varietà di batteri, insieme ad altri microrganismi, molti dei quali possono essere classificati come utili o "buoni". La presenza di questi batteri buoni, o sani, è di vitale importanza. Aiuta infatti il corpo umano in alcune delle funzioni corporee, comprese quelle dell'apparato digerente. E non è diverso per quanto riguarda la pelle. Questi batteri contribuiscono ad un colorito sano, lavorando assieme in perfetto equilibrio per garantire un ecosistema funzionante nella e sulla pelle, l'ecosistema noto come microbioma.

Per garantire che la pelle sia in condizioni ottimali, è importante nutrire questi batteri e dare loro tutte le sostanze nutritive di cui hanno bisogno per svolgere correttamente la loro funzione. Ci sono diversi modi per farlo, la maggior parte dei quali si basa sui prodotti per la cura della pelle che si utilizzano e sul cibo che si assume. Gli ingredienti contenuti in questi prodotti e gli alimenti sono importanti, quindi è essenziale essere consapevoli di ciò che entra nel nostro organismo e di ciò che si applica sulla pelle.  

Uno degli elementi più importanti per avere una pelle e un colorito sani è costituito dai probiotici, i microbi che vivono naturalmente sulla pelle e nel corpo. Creme e soluzioni che contengono probiotici aiutano a introdurre batteri benefici e i loro sottoprodotti nella pelle, idratando, riducendo l'infiammazione e riparando i danni. 

Gli alimenti probiotici possono essere benefici per la pelle, come anche per la salute digestiva. I probiotici si trovano comunemente negli integratori, che si possono acquistare nei negozi di alimenti naturali o nei supermercati. Inoltre, sono naturalmente presenti negli alimenti che contengono batteri vivi, come il formaggio e lo yogurt. 

I prebiotici sono altrettanto essenziali per la cura della pelle. Si tratta di ingredienti non vivi che vengono utilizzati per sostenere la crescita, la sopravvivenza e l'equilibrio dei batteri sulla pelle, aiutando a mantenere sano il microbioma in tutta la pelle e all'interno del corpo. 

Per saperne di più sui benefici dei probiotici e dei prebiotici, nonché su come inserirli nella routine quotidiana di cura della pelle:  

  • Cosa sono i probiotici e i prebiotici?

  • Uso di probiotici e prebiotici per il trattamento delle malattie della pelle

  • Effetti collaterali di probiotici e prebiotici 

  • Assunzione orale e applicazione cutanea a confronto 

Cosa sono i probiotici e i prebiotici?

Anche se il nome è simile, i probiotici e i prebiotici sono due elementi molto diversi con funzioni specifiche. I probiotici sono microrganismi viventi che si trovano naturalmente nel corpo, negli alimenti e negli integratori. Quando vengono consumati o applicati sulla pelle, forniscono innumerevoli benefici positivi per il corpo, tra cui:

  • Migliorare le problematiche croniche della pelle

  • Promuovere la salute dell'intestino

  • Rafforzare la pelle in generale

I prebiotici, invece, non sono vivi. Sono ingredienti non digeribili che aiutano a nutrire i batteri buoni sulla pelle e a bilanciare il microbioma.

Quando probiotici e prebiotici sono combinati, sia nelle creme per la pelle che negli alimenti, uniscono le loro forze per diventare ciò che è noto come simbiotico. I simbiotici comuni includono integratori, additivi e alcuni alimenti quali yogurt e formaggio.

Vediamo meglio quali sono le differenze:

Probiotici

I probiotici sono costituiti da diversi gruppi di batteri e microrganismi vivi che vivono sia nel corpo che sulla superficie della pelle. 

Esistono due categorie principali di probiotici:

  • Lattobacilli, considerati "batteri amici", sono comunemente presenti nell'apparato digerente umano e negli alimenti probiotici. Esistono diverse specie di probiotici la cui assunzione può contribuire al trattamento della sindrome del colon irritabile, dei problemi di digestione e dei disturbi della pelle come l'acne e la pelle a tendenza atopica.

  • Bifidobatteri, gruppi di batteri che risiedono all'interno dell'intestino e possono essere coltivati anche al di fuori del corpo umano, ad esempio negli yogurt probiotici. Sono spesso usati per trattare diarrea, disturbi intestinali e la sindrome del colon irritabile intestinale se assunti sotto forma di cibo o di integratori.

I singoli ceppi hanno effetti diversi sull'organismo, il che significa che mangiando i giusti alimenti ricchi di probiotici, o applicando una soluzione analoga, i batteri possono contribuire positivamente sia alla salute dell'intestino che a quella della pelle.

Prebiotici

I prebiotici sono costituiti da carboidrati vegetali che vengono utilizzati come combustibile per la crescita dei benefici batteri probiotici. Per l’uomo non sono digeribili, tuttavia il loro ruolo è quello di cambiare positivamente o preservare il microbioma sano che si trova nell'intestino, o sulla pelle, quando viene ingerito o applicato.

Gli ingredienti ad elevato contenuto di prebiotici che si trovano nei prodotti per la cura della pelle sono: 

  • Avena - utile per il trattamento della pelle pruriginosa e infiammata. Avena colloidale, estratto di avena e triplo complesso all’avena vengono utilizzati per idratare la pelle. Contribuiscono a migliorare l'equilibrio dei microbi che vivono all'interno del microbioma cutaneo

  • Ribes nero, sempre più presente negli integratori alimentari; l'estratto in polvere di ribes nero può aumentare la quantità di bifidobatteri e lattobacilli presenti nell'intestino. Può contribuire a una buona salute generale dell'apparato digerente.

  • Pino, sotto forma di estratto di corteccia. Gli studi hanno dimostrato che il pino può ridurre l'infiammazione della pelle se assunto come integratore. Aiuta inoltre a proteggere dall'esposizione ai raggi UV migliorando la barriera della pelle.

Uso di probiotici e prebiotici per il trattamento delle malattie della pelle

L'uso combinato di soluzioni probiotiche e prebiotiche ha dimostrato di trattare determinate patologie della pelle con un impatto positivo sul microbioma cutaneo e sui microrganismi che vivono all'interno di quell'ecosistema.

Sia le soluzioni per la cura della pelle che gli alimenti che contengono probiotici e prebiotici possono essere utilizzati per trattare una varietà di condizioni della pelle, tra cui: 

  • Acne - Gli studi hanno dimostrato che le soluzioni topiche che contengono il probiotico lactobacillus plantarum possono aiutare a ridurre le lesioni acneiche e a riparare le barriere cutanee negli individui che soffrono di acne.

  • Eczema - Recensioni scientifiche hanno suggerito che gli integratori probiotici, assunti per via orale, possono ridurre la gravità negli individui che soffrono di eczema da lieve a grave.Psoriasi - Recenti ricerche hanno dimostrato che alcuni ceppi del lattobacillo probiotico possono aiutare a ridurre l'infiammazione della pelle, mostrando segni promettenti secondo i quali i probiotici possono controllare gli effetti della psoriasi.

Assunzione orale e applicazione cutanea a confronto

I probiotici e i prebiotici possono essere assunti per via orale sotto forma di alimenti o di compresse probiotiche, che veicolano batteri sani direttamente nell'intestino, oppure applicati direttamente sulla pelle attraverso creme cosmetiche quali creme idratanti e soluzioni.

Assunzione orale di probiotici e prebiotici

Poiché molti batteri e microrganismi sani si trovano naturalmente nel nostro intestino, scienziati e ricercatori si sono concentrati con interesse crescente sull’uso dei probiotici per migliorare la salute digestiva.

Per ottenere un impatto benefico a lungo termine, gli alimenti ricchi di probiotici, come il formaggio e lo yogurt, così come gli alimenti prebiotici come le banane, le cipolle e gli asparagi, devono essere consumati regolarmente, per approvvigionare costantemente il corpo di batteri nuovi. Questa fase è importante per sostituire i probiotici che vengono distrutti mentre raggiungono l’intestino.

Applicazione sulla pelle di probiotici e prebiotici

L'applicazione di una crema o di una soluzione probiotica topica sulla pelle può aiutare a gestire l'equilibrio dei batteri sani che compongono il microbioma cutaneo. I probiotici all'interno di queste creme possono aiutare a ridurre il pH della pelle, acidificandone leggermente la superficie, per contribuire a ridurre la crescita di batteri esterni e promuovere il prosperare di batteri sani sulla pelle.

Anche le creme prebiotiche per la pelle possono essere estremamente benefiche. La loro applicazione aiuta a preservare i batteri sani esistenti sulla pelle e favorisce la crescita e la sopravvivenza dei microrganismi probiotici già presenti nel microbioma cutaneo. Ma non è tutto. Migliorano anche l'equilibrio dei batteri sul microbioma cutaneo, contribuendo ad un ecosistema cutaneo complessivamente più sano.

Sia i probiotici che i prebiotici possono svolgere un ruolo importante nell’ottenimento di un incarnato sano, così come nel trattamento di problematiche della pelle già esistenti. Prova ad aggiungerli alla routine quotidiana di cura della pelle e alla tua dieta quotidiana.